Anthroponet HomeMuseo virtualeSchede didatticheGlossarioBibliografiaCrediti
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Alées couvertes: tipologia di tomba megalitica a corridoio, adibita a sepoltura multipla e di aspetto simile a quello di una Tomba di Gigante, ma priva di esedra.

Arenaria: tipologia di roccia sedimentaria costituita da granelli di sabbia di dimensioni comprese tra 0,063 e 2 mm, e una matrice corrispondente a meno del 15% della massa totale.

Basalto: tipologia di roccia effusiva basica di origine vulcanica, costituita da cristalli di piccole dimensioni, a volte vetrosa.

Bronzo: lega tra rame e stagno (oppure alluminio, nichel, berillio). Caratterizzato da grande resistenza alle sollecitazioni meccaniche e alla corrosione.

Calcare: tipologia di roccia sedimentaria chimica cristallina, composta principalmente da calcite.

Carta IGM: carte rappresentative di tutto ilterritorio italiano, prodotte dall'Istituto Geografico Militare in scala 1:25000, 1:50000 e 1:100000.

Cassa: tipologia di sepoltura che consiste in un contenitore di materiale ligneo.

Cista litica: tipologia di tomba che consiste in un contenitore chiuso costituito da lastre di pietra.

Corredo funebre: oggetti di vario genere posti all'interno della tomba, in omaggio al defunto.

Datazione col metodo al C14 o radio-carbonio: tipologia di datazione assoluta basata sulla misurazione dei residui dell'isotopo radioattivo del carbonio (C14) in reperti di origine organica.

Dolmen: tipologia di tomba megalitica, costituita da lastroni che delimitano una camera singola.

Domus de Janas: tipologia di tomba scavata nella roccia, adibita a sepoltura multipla. È diffusa in Sardegna durante la cultura Ozieri (Neolitico recente, 4000-3200 a.C.).

Enchytrismòs: tipologia di sepoltura che consiste in una grossa anfora atta a contenere il corpo del defunto.

Eolianite: tipologia di roccia sedimentaria costituita da materiale clastico di dimensioni variabili, depositato dal vento e facente parte del gruppo delle arenarie.

Epifisi: estremità di un osso lungo. Si distingue un’epifisi prossimale, vicina al busto, e un’epifisi distale, lontana dal busto.

Esposizione: tipologia di rito funerario secondo cui il corpo del defunto viene esposto all'azione di agenti atmosferici e di animali, prima di essere inumato.

Ferro: metallo magnetico, dal simbolo atomico Fe, molto frequente in natura, facilmente lavorabile, conduttore di elettricità e calore.

Fossa: tipologia di tomba scavata artificialmente nel terreno o nella roccia.

Geolitologia: studiodella composizione in roccia di un territorio.

Granito: tipologia di roccia ignea intrusiva costituita da cristalli di grandi dimensioni.

Grotta: tipologia di tomba che consiste in uno spazio naturale utilizzato come luogo funerario.

Ignimbrite: tipologia di roccia piroclastica effusiva e compatta (dura), formatasi da una nube piroclastica durante eruzioni vulcaniche di tipo esplosivo.

Incinerazione diretta: tipologia di rito funerario secondo cui il corpo del defunto, prima di essere inumato, viene cremato a diretto contatto con le fiamme.

Incinerazione indiretta: tipologia di rito funerario secondo cui il corpo dell'inumato viene cremato dal calore, senza però venire a contatto con le fiamme.

Isotopo: una delle varianti di un elemento chimico, che differisce per il numero di neutroni nel nucleo.

Inumazione: tipologia di rito funerario secondo cui il corpo del defunto viene deposto all'interno della tomba senza aver subito nessun intervento.

Marna: tipologia di roccia sedimentaria composta in prevalenza da argille, da calcite o dolomite, formatasi per decantazione in ambienti acquatici a bassa energia.

Morfologia: studio della conformazione fisica di un territorio.

Necropoli: agglomerato di tombe.

Ossidiana: tipologia di roccia vulcanica effusiva di tipo vetroso, con sfaldatura concoide e di colore nero; usata per la produzione di manufatti, quali: punte di freccia, lame, gioielli, ecc.

Pedologia: studio della composizione del suolo.

Piroclastite: tipologia di roccia vulcanica costituita da particelle di varia granulometria (da limi a ghiaie), originatasi da vulcanesimo di tipo esplosivo. Può dare origine atufo, ignimbrite, pozzolana.

Pozzetto: tipologia di tomba scavata artificialmente nel terreno, differente dalla fossa in quanto si sviluppa in profondità.

Punti di repere: punti predefiniti dello scheletro che fungono da riferimento per la rilevazione di misure osteometriche.

Rame: metallo, dal simbolo Cu, non magnetico di color rosso o rosato, duttile, facilmente riciclabile, caratterizzato da buona conducibilità termica ed elettrica.

Riolite: tipologia di roccia vulcanica effusiva, con alte percentuali di silicio; genera lave viscose.

Riparo sotto roccia: tipologia di tomba di origine naturale, utilizzata come come luogo funerario.

Sarcofago: tipologia di sepoltura che consiste in un contenitore in roccia.

Scarnificazione: tipologia di rito funerario secondo cui il corpo del defunto, prima di essere sepolto, viene scarnificato tramite utensili taglienti. Le tracce della scarnificazione possono restare visibili sulle ossa.

Scisto: tipologia di roccia metamorfica a grana grossolana, in grado di sfaldarsi in lame sottili, composta da argille e da miche.

Selce: tipologia di roccia sedimentaria vetrosa composta esclusivamente da silice; utilizzata per la fabbricazione di manufatti, quali lame, punte, ecc.

Sepoltura: luogo all'interno di una tomba adibito alla deposizione dell'inumato.

Tafone: tipologia di tomba corrispondente a una cavità naturale scavata nella roccia.

Tafonomia: studio degli eventi che interessano un organismo, dalla morte alla fossilizzazione.

Tessuti molli: tutti i tessuti organici, escluso il tessuto osseo. Alcuni possono permanere dopo la decomposizione.

Tessuto osseo: tessuto connettivo di sostegno del corpo, costituito per la maggior parte da idrossiapatite di calcio. Si distingue in compatto e spugnoso.

Tomba: luogo funerario entro il quale vengono deposti i corpi dei defunti. Può contenere una o più sepolture.

Tomba di Gigante: tipologia di tomba megalitica a corridoio, adibita a sepoltura multipla e diffusa in Sardegna durante il Nuragico (Età del Bronzo, 2200-1900 a.C.).

Tufo: tipologia di roccia sedimentaria piroclastica effusiva (morbida), formatasi dalla sedimentazione delle ceneri vulcaniche.Urna: tipologia di sepoltura utilizzata per contenere i resti degli incineriti.

Presentazione Anthroponet è un sistema in grado di consentire l'acquisizione, la catalogazione e la pubblicazione del materiale informativo relativo alle collezioni scheletriche provenienti dai siti preistorici, protostorici e storici della Sardegna. Il materiale informativo raccolto è costituito non solo da testi e da immagini, ma anche da riproduzioni tridimensionali di alcuni reperti di particolare interesse antropologico e archeologico.
Comunicazioni
Anthroponet è stato presentato allo SMAU di Milano dal 16 al 20 ottobre 2007 e al TECHA 2008 di Roma dal 10 all'11 marzo.

Ringraziamenti
Regione Sardegna Misura 3.13


Soprintendenza per i Beni archeologici per la Sardegna. Le immagini sono pubblicate "su concessione del Ministero per i Beni e le Attività Culturali - Soprintendenza per i Beni Archeologici per la Sardegna" . Le immagini sono pubblicate "su concessione del Ministero per i Beni e le Attività Culturali - Soprintendenza per i Beni archeologici per la Sardegna. Le immagini sono pubblicate "su concessione del Ministero per i Beni e le Attività Culturali - Soprintendenza per i Beni Archeologici per la Sardegna" "

scarica il manuale in pdf (1MB) contatti link utili mappa del sito